Organizzare un evento

La Pro Loco che vuole organizzare un evento o una manifestazione temporanea deve tenere conto di diversi aspetti e procedure necessari per la miglior riuscita dell’iniziativa.

In queste sezioni è possibile informarsi su tutti gli aspetti burocratici che l’organizzazione di una manifestazione o attività comporta.

In questa sezione è possibile scaricare un “Piccolo manuale pratico – vademecum” e tutti i documenti riguardanti l’iter autorizzativo e la gestione della sicurezza per la realizzazione di manifestazioni temporanee. A cura dei nostri consulenti Rino Furlan e ing. Mauro Canal e il supporto del Consorzio B.I.M. Piave di Treviso

DOCUMENTI OBBLIGATORI PER OTTENERE L’AUTORIZZAZIONE DA PRESENTARE VIA PEC O AL PROTOCOLLO DEL COMUNE

N.B. I modelli proposti a seguire devono intendersi meramente esemplificativi degli adempimenti da svolgere.  Si consiglia di condividere con l’ufficio attività produttive e/o con chi segue le Autorizzazioni rilasciate dal Comune, i modelli da utilizzare per la formale presentazione delle pratiche di interesse ed i contenuti delle presenti indicazioni operative

 

Alla prima manifestazione di ogni anno, fornire copia della copertura assicurativa RCT e copia delle autorizzazioni se si utilizzano immobili o spazi pubblici e/o privati

 

PER MANIFESTAZIONI CON SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

Notifica sanitaria ai fini della registrazione (ex modelli B1 e B2):

  • Nota informativa sulla compilazione
  • N.B. Ai sensi della D.G.R. Veneto 394/2020, l’attività di preparazione e trasformazione di alimenti e bevande nel contesto di eventi a carattere temporaneo (ad es. fiere, sagre, mercatini, ecc.) è subordinata alla presentazione all’ULSS territorialmente competente della specifica notifica sanitaria ai sensi dell’art. 6 del regolamento (CE) n. 852/2004 in relazione dell’attività esercitata, indicando espressamente il luogo di svolgimento di detta attività (stabilimento) e la relativa specializzazione merceologica (ristorazione).  A tal riguardo, gli operatori responsabili di eventi temporanei ripetitivi ma non occasionali devono presentare detta notifica solo alla prima edizione dell’evento, se rimangono invariati le tipologie di attività, purché le date delle successive edizioni siano comunicate al Comune in ottemperanza a normative di altro settore (ad es. somministrazione temporanea di alimenti e bevande, manifestazioni fieristiche, ecc.).

 

SE DEVI ORGANIZZARE…

 

1° )…una MANIFESTAZIONE TEMPORANEA con sola somministrazione di alimenti e bevande

    • SCIA per somministrazione temporanea
    • valutazione delle misure di safety preposte all’incolumità degli avventori (piano di emergenza ed evacuazione), con la pianificazione delle procedure da adottare in caso di emergenza
    • Copia del Protocollo di Igiene ed Autocontrollo a firma del Presidente (HACCP) [da verificare con ULSS]
    • COPIA del CONTRATTO con la Società di smaltimento rifiuti

    N.B. L’esercizio dell’attività temporanea di somministrazione di alimenti e bevande in occasione di fiere, feste o altre riunioni straordinarie di persone, ivi comprese quelle promosse dalle associazioni di promozione sociale di cui alla L. 383/2000, è avviata previa presentazione al Comune di apposita SCIA, priva di dichiarazioni asseverate ai sensi dell’articolo 19 della L. 241/90, e non soggetta al possesso dei requisiti professionali previsti dall’articolo 71, comma 6, del D.Lgs. 59/2010.  Unitamente alla stessa deve essere svolta – se dovuta, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 6 del Regolamento (CE) n. 852/2004 – la procedura di notifica sanitaria dell’attività temporanea di cui trattasi.

    Lo svolgimento di detta attività non è assoggettato alla previa verifica della solidità e della sicurezza dei relativi luoghi ai sensi dell’articolo 80 del TULPS, né ad alcun parere preventivo o verifica da parte della Commissione Comunale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo.

    Nel caso di installazioni – a carattere temporaneo, su suolo pubblico o privato ad uso pubblico – di capannoni o strutture similari destinati esclusivamente all’attività temporanea di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, ivi compreso l’allestimento di cucine o luoghi di lavorazione, spetta al soggetto organizzatore – quale unico responsabile dell’attività dichiarata – acquisire preventivamente allo svolgimento della relativa attività tutta la documentazione tecnica e certificativa relativa alle strutture e agli impianti installati, nel rispetto dei requisiti e dei presupposti previsti nell’allegato II del Regolamento (CE) n. 852/2004 e nelle linee guida di cui all’allegato D del presente regolamento.

    Lo stesso organizzatore è tenuto parimenti ad acquisire ed esibire, all’occorrenza, agli organi di controllo e vigilanza le dichiarazioni rispettivamente di corretto montaggio delle strutture (ovvero analoga dichiarazione che i locali interessati sono agibili), e di conformità degli impianti (elettrico, gas), debitamente redatti e sottoscritti dal titolare o legale rappresentante dell’impresa installatrice (o dal relativo responsabile tecnico, se soggetto diverso dal dichiarante).

     

    ATTENZIONE:

    L’offerta a favore degli avventori – in via complementare e residuale rispetto all’attività principale, ancorchè temporanea, di somministrazione di alimenti e bevande – di iniziative (c.d. piccoli intrattenimenti) che vengono comunemente intese al mero “allietamento” degli stessi è consentita purché non configuri attività ulteriore e diversa di pubblico spettacolo, nel qual caso sarebbero soggette alle disposizioni e all’adempimento amministrativo di cui all’articolo 68 del TULPS.

    In riferimento a ciò, affinché si configuri il mero “allietamento” devono essere assicurate e rispettate le seguenti condizioni, caratteristiche e peculiarità:

    –     non deve essere effettuato al fine di attirare clientela o pubblico in sé, in quanto deve mantenere costantemente carattere di complementarietà, accessorietà e sussidiarietà rispetto all’attività principale di somministrazione, svolta presso il contesto di cui trattasi;

    –     nessun compenso deve essere richiesto agli avventori, né sotto forma di biglietto di ingresso, né sotto forma di maggiorazione dei prezzi della somministrazione di alimenti e bevande e/o di consumazione obbligatoria;

    –     l’assetto dei locali o delle eventuali pertinenze esterne in propria disponibilità, destinati all’attività temporanea di somministrazione di alimenti e bevande, non deve essere in alcun modo modificato rispetto alla normale disposizione di tavoli e sedie a tal fine predisposti, ed in tal senso non devono essere apportati interventi strutturali o aggiunti allestimenti destinati al trattenimento, al fine di evitare che si vada a configurare un luogo di pubblico spettacolo per lo svolgimento di attività danzanti o analoghe finalità di trattenimento e svago;

    –     deve essere svolto nel solo contesto dell’area (interna ed esterna) individuata per la somministrazione di alimenti e bevande, e rivolto esclusivamente alle persone sedute ai tavoli per la consumazione;

    –     non devono essere allestite pedane, palchi, allestimenti scenici o altre strutture/sale/aree (anche per lo stazionamento del pubblico) che possano comportare la necessità della preventiva verifica di agibilità del luogo ai sensi dell’articolo 80 del TULPS;

    –     non deve essere data pubblicizzazione della mera iniziativa di allietamento, ovvero incentivata la partecipazione di artisti noti tale da costituire di fatto vera attrattiva dell’iniziativa e da richiamare un pubblico più ampio di quello normalmente fruitore dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande;

    –     in ogni caso, nello svolgimento dell’allietamento devono essere osservate scrupolosamente tutte le disposizioni in materia di inquinamento acustico (giusti i limiti di emissione sonora di cui al DPCM 14 novembre 1997) e adottate tutte le misure idonee e necessarie al fine di non ledere al diritto al riposo o arrecare disturbo alla quiete pubblica.

    Qualora, invece, l’organizzatore intendesse realmente svolgere eventi aventi caratteristiche e finalità di pubblico spettacolo o trattenimento, anche al fine della verifica della sussistenza delle condizioni di agibilità dei locali/aree di cui all’articolo 80 del TULPS – ai sensi degli articoli 68 e 69 del TULPS deve essere previamente depositata al Comune, per il tramite dello Sportello Unico Commercio, in alternativa:

    –     una SCIA per eventi fino ad un massimo di 200 partecipanti (2.000, fino al 31/12/2024) e che si svolgono in via permanente o in forma temporanea entro le ore 24:00 del giorno di inizio (1:00 fino al 31/12/2024);

    –     domanda di autorizzazione in caso di capienza di pubblico superiore a 200 persone.

 

2 ° ) …una MANIFESTAZIONE/EVENTO GIORNALIERO con solo pubblico spettacolo e di trattenimento, con capienza pari od inferiore a 200 persone (Entro le ore 24) , ovvero a 2.000 persone (entro le ore 1 del giorno successivo) fino al 31/12/2024

 

3 ° ) …una MANIFESTAZIONE/EVENTO GIORNALIERO con somministrazione di alimenti e bevande, di pubblico spettacolo e/o trattenimento, con capienza pari od inferiore a 200 persone (Entro le ore 24), ovvero a 2.000 persone (entro le ore 1 del giorno successivo) fino al 31/12/2024

4°) …una MANIFESTAZIONE con somministrazione di alimenti e bevande, di pubblico spettacolo e di trattenimento, con capienza pari od INFERIORE a 200 persone, con più giorni di manifestazione

  • N.B. È PREVISTA LA VERIFICA CON SOPRALLUOGO DA PARTE DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO.

5°)…una MANIFESTAZIONE con somministrazione di alimenti e bevande, di pubblico spettacolo e di trattenimento, con capienza SUPERIORE a 200 persone con più giorni di manifestazione

6° ) MANIFESTAZIONI FIERISTICHE ( L.R. 11/02 )

 

7° )…un FALO’TRADIZIONALE

  • SCIA di accensione di falò tradizionale
  • valutazione delle misure di safety preposte all’incolumità degli avventori (piano di emergenza ed evacuazione), con la pianificazione delle procedure da adottare in caso di emergenza

 

8°)… LOTTERIE, PESCHE E TOMBOLE

 

9°)… INSTALLAZIONE LUMINARIE

  •  Comunicazione per l’installazione di luminarie

 

10°)… MANIFESTAZIONI MOTORISTICHE (Quad, gimkana trattori, autocross, motocross,…)

Unpli consiglia che per questo tipo di manifestazioni gli organizzatori provvedano a contattare preventivamente il Comune territorialmente competente per concordare nel dettaglio termini e modalità di svolgimento di detta particolare tipologia di manifestazione/iniziativa, ancorchè svolta come mera esibizione (ovvero in mancanza di qualsivoglia competizione).

 

11°)… INIZIATIVE/MANIFESTAZIONI SPORTIVE SENZA FINI DI LUCRO (marce, camminate, biciclettate,…)

  • Avviso di manifestazione sportiva senza scopo di lucro
  • Copia di adeguata assicurazione RCT o comunque a copertura di infortuni di tutti i soggetti organizzatori e partecipanti
  • valutazione delle misure di safety preposte all’incolumità degli avventori (piano di emergenza ed evacuazione), con la pianificazione delle procedure da adottare in caso di emergenza
  • Elenco della squadra di Primo Soccorso o copia del contratto con Associazioni di Primo Soccorso (Croce Rossa, Croce Bianca, Croce Verde,…)

 

N.B. Il rilascio dell’autorizzazione/licenza per lo svolgimento di manifestazioni pubbliche è subordinato alla predisposizione e messa a disposizione del Comune e degli organi di vigilanza della seguente documentazione tecnico-certificativa:

  • Piano di sicurezza
  • Progetto strutture
  • Verifica annuale strutture e relativa idoneità statica
  • Progetto impianto elettrico e dichiarazione di conformità
  • Progetto impianto del gas e dichiarazione di conformità
  • Progetto impianto di riscaldamento e dichiarazione di conformità
  • Le strutture prive di progetto devono essere certificate con l’idoneità statica
  • Certificazione teloni
  • Certificazione pavimentazioni in legno

Tutta la documentazione, la relazione tecnica e la domanda cumulativa per l’autorizzazione allo svolgimento di manifestazioni a carattere temporaneo va presentata al Comune almeno 30 giorni prima della data di inizio della manifestazione stessa.

Nel caso di manifestazione con capienza di strutture/locali superiore a 200 persone il Comune provvederà di conseguenza a trasmetterne copia al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco ed all’A.S.L. o ULSS competenti e ad organizzare il sopralluogo della Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo. Il verbale della Commissione Comunale di vigilanza ha validità tre anni compreso il primo se non sono intervenuto modifiche.

La domanda è cumulativa per il rilascio di:

  • Concessione occupazione suolo pubblico; ( Da verificarne la disponibilità per tempo con il Comune)
  • Nulla osta di agibilità delle strutture;

 

Per quanto concerne il rilascio del Nulla Osta di Agibilità delle strutture vanno fatte alcune precisazioni:

  • nel caso si tratti di una manifestazione ripetitiva, nella quale gli allestimenti sono gli stessi e sono installati anche nella presente edizione senza alcuna modifica e con le medesime modalità prescritte/indicate, nell’ultima verifica/relazione tecnica e dalla cui conclusione non sono ancora decorsi due anni (dalla data di conclusione dell’ultima manifestazione verificata dalla Commissione di Vigilanza), è sufficiente acquisire preventivamente tutta la documentazione tecnica certificativa prevista per gli allestimenti temporanei ripetitivi e tutta la documentazione allegata, tenerla a disposizione dell’Autorità per gli eventuali controlli ispettivi.

 

Valutazione del rischio incendio

Per tutte le attività il presidente dell’associazione è comunque tenuto ad eseguire la valutazione del rischio incendio, sulla scorta della quale potrà poi procedere con l’adozione delle eventuali riduzioni della squadra ed alla redazione delle procedure per la squadra antincendio, ecc..

 

N.B.: Per l’uso delle bombole gpl in occasione delle manifestazioni, fare riferimento alla comunicazione del Ministero scaricabile cliccando qui.

 

 

….E PER LA SICUREZZA…

E’ possibile scaricare qui un “Piccolo manuale pratico – vademecum” riguardante la gestione della sicurezza per la realizzazione di manifestazioni temporanee e un piano tipo di gestione delle emergenze e la relativa check-list di controllo

PIANI TIPO DI EMERGENZA

Sono scaricabili di seguito due piani di emergenza tipo che possono utilizzare le associazioni, uno inerente i piccoli concerti in piazza (scarica versione pdfscarica versione word) ed uno per piccole sagre nelle quali viene utilizzato un tendone ed una cucina a gas (scarica versione pdfscarica versione word).

Tali documenti sono comunque da adattare ad ogni singola manifestazione, ma possono servire da traccia.

A cura del nostro consulente sulla sicurezza, ing. Mauro Canal

POLIZZA RESPONSABILITA’ CIVILE VERSO TERZI

La stipula di una polizza di RCT – Responsabilità Civile Verso Terzi è di assoluta importanza per la Pro Loco in quanto permette di essere tutelate nello svolgimento delle proprie manifestazioni ed attività quotidiane, coprendo gli eventuali danni provocati a cose e/o persone esterne alla Pro Loco.

L’importo complessivo della Quota Associativa UNPLI comprende anche la polizza RCT stipulata in convenzione da Unpli Nazionale, con massimale 10.000.000,00 €. Informazioni e condizioni di polizza sono scaricabili dal sito dell’Unpli Nazionale (www.unpli.info) e dal portale MyUnpli

NB: ogni Pro Loco è libera di stipulare eventuali ulteriori polizze RCT con la propria compagnia di riferimento, e solo in caso di sinistro va comunicato ad entrambe le compagnie la sussistenza di un’altra polizza.

 

POLIZZA INFORTUNI SOCI (ESTENSIONE TESSERA BLU)

La Riforma del Terzo Settore ha definito:

  • SOCI: condividono gli scopi della Pro Loco, pagano la tessera del socio, partecipano alla vita associativa (Assemblea ecc.) ma possono anche non collaborare attivamente alle iniziative ed attività organizzate dalla Pro Loco
  • VOLONTARI: possono essere Soci e anche non Soci della Pro Loco che collaborano attivamente (“lavorano”) alle attività ed alle iniziative della Pro Loco

TUTTI I VOLONTARI delle LOCO APS (soci e non soci) DEBBONO OBBLIGATORIAMENTE AVERE UNA COPERTURA ASSICURATIVA INFORTUNI E MALATTIA

Il costo della copertura assicurativa infortuni e malattia (estensione tessera blu*) PER I SOCI PRO LOCO è di 5,00 euro, invariata dallo scorso anno. *La Tessera Blu è una tessera virtuale che potrà essere stampata da myunpli.it
L’UNPLI Nazionale mette a disposizione gratuitamente n 10 tessere del socio blu per i Consiglieri Pro Loco.

Nel 2024 il costo della tessera blu per i VOLONTARI NON SOCI è di €15,00.
L’estensione va attivata esclusivamente su Myunpli tramite l’inserimento dei nominativi e dei dati richiesti dall’Assicurazione. Il pagamento potrà essere effettuato tramite carta di credito.

Si ricorda che la tenuta del Registro dei Volontari è obbligatoria.

PER UN APPROFONDIMENTO SUL TEMA CLICCA QUI

SCARICA QUI UNA BREVE GUIDA CON I PASSAGGI DA SEGUIRE PER ATTIVARE LE TESSERE IN MYUNPLI

 

ASSICURAZIONE TUTELA LEGALE

La tutela legale è sempre più un tema centrale che tocca l’attività delle Pro Loco.

Un aspetto che come Comitato vogliamo continuare a tutelare e proteggere.

L’importo complessivo della Quota Associativa UNPLI comprende nel 2024 anche la Polizza TUTELA LEGALE con massimale di 30.000,00 €

 

Altre polizze tutelative che la Pro Loco può stipulare:

E’ possibile attivare altre polizze in convenzione UNPLI, sempre accedendo all’area riservata Myunpli:

  • Polizza infortuni partecipanti
  • Polizza copertura sedi all risk
  • attivazione massimale maggiore Polizza Tutela Legale

Quando si organizza un evento in cui vengono riprodotti dei brani musicali è necessario rivolgersi alla SIAE per il versamento dei diritti d’autore.
Le Pro Loco tesserate UNPLI hanno diritto di usufruire dell’accordo UNPLI-SIAE che disciplina le manifestazioni organizzate dalle Pro Loco.

Dal 1 Luglio 2019 il pagamento della sola licenza SIAE non è più esaustivo rispetto all’utilizzo di musica. Gli organizzatori di eventi con musica dal vivo devono perfezionare un permesso integrativo con LEA – Liberi Editori Autori per garantire agli interpreti piena libertà di utilizzo di repertorio.

In caso di non definizione a priori dei brani che verranno eseguiti nel corso di eventi musicali direttamente organizzati dalle Pro Loco, occorre versare il Diritto d’Autore a SIAE e provvedere il versamento pure nei confronti di LEA per non incappare in problemi, utilizzando le precise modalità da tempo comunicate.
Il mancato versamento del dovuto DEM, è passibile di sanzioni.

 

SIAE

Per veder applicate le condizioni dell’accordo è necessario presentarsi all’ufficio SIAE di competenza con la tessera UNPLI per le Pro Loco dell’anno in corso.

Di seguito troverete il testo dell’accordo e le tabelle con le tariffe aggiornate per le manifestazioni che andrete ad organizzare:

Accordo UNPLI – SIAE

Memorandum SIAE

TARIFFE E COMUNICAZIONI 2024

Tutte le tariffe aggiornate per il 2024 e le comunicazioni SIAE sono presenti all’interno di Myunpli – sez. SIAE

Tra i materiali scaricabili trovate:

Compensi Fissi e Minimi per Manifestazioni Gratuite
Compensi MINIMI per Manifestazioni NON GRATUITE
Proiezioni cinematografiche gratuite a carattere sporadico
Rassegne cinematografiche, ecc.

Per ulteriori informazioni avrete a disposizione un kit informativo nella sezione apposita del portale MyUnpli

Ricordarsi che è sempre attiva la “Convenzione Garanzia Collettiva” che elimina di fatto il pagamento del Deposito Cauzionale SIAE a tutte le Pro Loco UNPLI. Pertanto, quando ci si reca dai Mandatari SIAE per la formalizzazione di un Permesso per l’effettuazione di un evento musicale NON deve essere versato nessun deposito/acconto. Si ricorda che è sempre meglio verificare che le fatture SIAE emesse dai Mandatari riportino chiaramente il Cod. 3891 “ Quota UNPLI“.

 

ATT.NE: : SIAE: video con contenuti musicali di eventi in streaming (nota novembre 2020):

Per il caricamento di video con contenuti musicali oppure per gli eventi streaming trasmessi su piattaforme on-line  (YouTube e Facebook) non è necessario richiedere una licenza. Queste utilizzazioni sono coperte dai contratti in essere tra SIAE e le predette piattaforme. Soltanto gli eventi live streaming a pagamento o gli eventi gratuiti ma che sono finanziati con sponsorizzazioni o con contributi pubblici (Ministeri, Regioni, Comuni), necessitano di una licenza.

CALCOLA QUANTO DOVRAI PAGARE DI SIAE

A cura del Responsabile SIAE Unpli Veneto, Rino Furlan

E’ possibile scaricare il foglio per il calcolo del compenso DEM SIAE e compenso SCF-AFI:

Manifestazioni_Gratuite_COLONNA 1_2023

Manifestazioni_Gratuite_COLONNA 2_2023

Manifestazioni_Non_Gratuite_COLONNA 1_2023

Manifestazioni_Non_Gratuite_COLONNA 2_2023

Dichiarazione Complessi
Dichiarazione riepilogativa degli incassi – modello 1026DA
Guida per la gestione telematica del permesso SIAE
Accordo per la gestione telematica del permesso SIAE

Fare attenzione che nella fattura siano riportati i codici evidenziati!

Ecco qui cosa può chiedere il mandatario SIAE su mandato dell’Ag. delle Entrate

N.B. Spettacoli teatrali: poichè tali spettacoli sono fuori dalla Convenzione UNPLI-SIAE, si consiglia di far fare la richiesta di permesso direttamente al gruppo teatrale, in quanto, a nostra verifica, i costi SIAE applicati risultano inferiori.

 

SIAE – PORT UP: IL SISTEMA ON-LINE PER LE PRO LOCO UNPLI

Una grande opportunità che fa risparmiare costi sugli eventi direttamente organizzati dalle Pro Loco associate UNPLI è il Port-Up SIAE, un sistema on–line per tutte le Pro Loco associate UNPLI. Si aderisce con la stipula di un contratto con la SIAE (attraverso il mandatario di riferimento). Con le credenziali di accesso (username e password) che ci rilascerà il mandatario al momento della stipula, si accede al servizio on-line;

  • per la richiesta dei permessi,
  • per la dichiarazione dei proventi,
  • per la gestione dei pagamenti e per le rendicontazioni

Il servizio on-line consente di comunicare all’Ufficio SIAE competente per territorio le informazioni necessarie al fine di ottenere tutte le autorizzazioni per l’evento che si intende organizzare: trattenimenti con ballo o senza ballo, teatro/lirica/opere scritte e letterarie, manifestazioni musicali e cinema.

Questo Sistema consente inoltre di avere la coerente/corretta applicazione della nostra importante Convenzione e quindi pagare il giusto.

 

A partire dal 1° Luglio 2019 tutti gli Organizzatori-Pro Loco UNPLI per qualsiasi evento con Musica dal Vivo devono obbligatoriamente fare una doppia dichiarazione d’attività ( due Permessi uno a SIAE e l’altro a LEA ).

Per ogni singolo concerto/evento musicale, gli organizzatori di musica dal vivo, devono richiedere la licenza/permesso e pagare i Diritti d’Autore a SIAE e LEA.

Procedure Tecniche:

  • SIAE: almeno cinque giorni prima della data dell’evento, effettuare il permesso SIAE – recandosi dai Mandatari di riferimento – oppure utilizzando il portale “ PORTUP – POP “ online;
  • LEA: almeno due giorni prima della data dell’evento, effettuare il permesso LEA – utilizzando la piattaforma “MYUNPLI“ (collegarsi al portale www.myunpli.it ed inserire le credenziali di accesso della Pro Loco). L’effettuazione del permesso comporta il dovuto pagamento forfettario e giornaliero di € 12,00 + IVA;
  • PRO LOCO: almeno due giorni prima dell’evento e dopo aver effettuato il permesso LEA, la Pro Loco deve portare od inviare in modalità digitale al Mandatario SIAE di riferimento il suddetto permesso LEA;
  • Programma Musicale “ Borderò “: almeno due giorni prima della scadenza prevista per il pagamento del Diritto d’Autore dovuto, la Pro Loco deve riconsegnare il programma musicale in modalità digitale. La gestione del programma musicale deve avvenire obbligatoriamente mediante la piattaforma digitale “ mioBorderò “ disponibile sul sito https://www.siae.it/miobordero.
    Il portale mioBorderò è il nuovo servizio online che permette ai direttori di esecuzione di compilare e inviare il proprio programma musicale in maniera digitale. Da oggi, per svolgere tutte le operazioni sul proprio borderò non sarà più necessario utilizzare il metodo cartaceo e di conseguenza, tutto il tempo impiegato per compilare l’intero programma potrà essere risparmiato.
  • Non utilizzare più i “ Programmi Musicali “ cartacei;
  • Pagamento del Diritto d’Autore a SIAE: al momento del pagamento, il Mandatario SIAE, dovrà prendere in considerazione la percentuale dei brani degli Autori SIAE – LEA presenti sul Programma Musicale “ mioBorderò “. Conclusione, il Diritto d’Autore dovuto a SIAE, sarà versato considerando la percentuale presente.
    Esempio:
  • SIAE evento GRATUITO – Soggetto Organizzatore Feste Zonali Piccole ( fino a 1.000 abitanti ) DEM anno 2021 € 67,58;
  • “ mioBorderò “ rileva il 60% di brani tutelati da SIAE ed il 40% di brani tutelati da LEA;
  • Calcolo: SIAE € 67,58 x 40% = € 27,03 da restituire alla Pro Loco o meglio non far pagare alla Pro Loco;
  • Conclusione:
    SIAE € 67,58 – € 27,03 = € 40,55 DEM dovuto
    LEA € 12,00
    Totale da versare € 40,55 + € 12,00 = € 52,55 e non € 79,58.

Tutto questo è ottenibile se il “Programma Musicale“ viene compilato esclusivamente in maniera digitale con la piattaforma digitale “mioBorderò“, quindi non compilate più il cartaceo.

Medesimo metodo di calcolo avviene per gli eventi con presenza di somministrazione di alimenti/bevande in contemporanea alla musica.

 

SCARICA QUI:

accordo per l’attivazione on line sostituendo il vecchio

Dichiarazione-Ottemperanza_Prescrizioni-per-la-limitazione-da-contagio-COVID_v1.2-1 (word)

MODELLO DI DELEGA UTILIZZATORI v1.2

E’ possibile visualizzare cliccando qui un semplice tutorial mioBorderò dedicato agli organizzatori di eventi musicali e un piccolo promo per l’app di mioBorderò che ne consente l’utilizzo su smartphone o tablet senza la presenza di un Personal Computer:

Scarica qui le condizioni generali

Scarica qui il tutorial in pdf per l’organizzatore

Scarica qui il tutoriali in pdf per l’esecutore

Scarica qui il manuale operativo

Scarica qui il Manuale Portale Organizzatori Professionali – POP

 

LEA

LEA è una libera associazione di autori ed editori la cui principale attività è la gestione dei diritti d’autore per conto di più di un titolare dei diritti e a vantaggio collettivo di tali titolari. L’Associazione esercita l’attività di intermediazione dei diritti d’autore sotto ogni forma diretta o indiretta di intervento, mediazione, mandato, rappresentanza ed anche di cessione per l’esercizio dei diritti di rappresentazione, di esecuzione, di recitazione, di comunicazione al pubblico su filo o senza filo, di messa a disposizione del pubblico, di noleggio e di riproduzione meccanica e cinematografica di opere tutelate. L’associazione inoltre tutela i diritti di autori, editori ed altri titolari dei diritti e promuove la creazione delle opere dell’ingegno. Inoltre nel corso della propria attività organizza iniziative di carattere sociale per la promozione della cultura e la difesa degli interessi di autori e editori.

Dal 1 Luglio 2019 il pagamento della sola licenza SIAE non è più esaustivo rispetto all’utilizzo di musica. Gli organizzatori di eventi con musica dal vivo devono perfezionare un permesso integrativo con LEA – Liberi Editori Autori per garantire agli interpreti piena libertà di utilizzo di repertorio. Per venire incontro ai propri Associati, UNPLI ha prolungato il suo accordo temporaneo con LEA. Tale accordo prevede un costo di licenza estremamente vantaggioso e una modalità di pagamento semplificata gestita direttamente da UNPLI attraverso l’area privata di ogni Pro Loco sul portale myunpli. La procedura è molto semplice, ed eviterà a tutti gli Associati di incorrere in un aggravio dei costi o in procedure legali relative all’utilizzo di repertorio musicale non autorizzato. Basterà inserire i dati relativi al Comune di svolgimento dell’evento, il nome dell’evento, la data dell’evento, l’indirizzo di posta elettronica per il recapito del permesso, quindi effettuare il pagamento dovuto che come da accordo è di 12,00 + IVA a giornata. Il pagamento dovrà essere effettuato tassativamente prima dello svolgimento dell’evento. A pagamento avvenuto, verrà rilasciato il permesso LEA per l’evento richiesto che potrà essere presentato a SIAE (entra max. 2 gg lavorativi prima dell’evento) per accedere alla modalità di calcolo “pro-quota”.
Maggiori informazioni sulle modalità di conteggio pro-quota a questo link: https://www.siae.it/sites/default/files/INDICAZIONLOPERATIVE_PUBBLICA ESECUZIONE.pdf

Proroga Accordo LEA – UNPLI: si comunica la proroga del vigente “Accordo LEA – UNPLI“.
Questo continuerà e darà la totale copertura a tutte le nostre Pro Loco associate che organizzeranno svariati eventi nelle loro ospitanti località.
Si ricorda che se non si è certi che i brani che verranno eseguiti sono di SIAE o di LEA, è opportuno versare i due Diritti d’Autore ad entrambe le Società di Collecting presenti in Italia dopo l’applicazione della Normativa Barnier 2014/26/UE del 26 Febbraio 2014.

La tariffa convenzionata per le Pro Loco associate UNPLI concerne le seguenti tipologie:
❖ Ballo con musica dal vivo (Codice 60)
❖ Ballo con musica (Codice 61)
❖ Concertini con musica preregistrata (Codice 64)
❖ Concertini con musica dal vivo (Codice 65).
Dalla licenza sono tassativamente esclusi i “Concerti – (Codice 53)” sia a titolo gratuito che a pagamento.

Le Pro Loco associate UNPLI devono tassativamente richiedere la Licenza tramite la piattaforma digitale LEA entro e non oltre il giorno dell’evento. Non sono ammesse attivazioni di licenza con efficacia retroattiva.
Per facilitare tutte le Pro Loco associate, UNPLI ha attivato una semplice ma importante procedura che facilita l’ingresso/attivazione alla piattaforma digitale LEA particolarmente agevole attraverso la ormai nota piattaforma “myUNPLI”.

Vai a Myunpli

Tutte le informazioni sul diritto d’autore (SIAE e LEA) per le Pro Loco affiliate Unpli ed il nuovo manuale possono essere consultati nella bacheca della Pro Loco sul gestionale Myunpli

La sicurezza alimentare e la corretta prassi igienica sono fondamenti obbligatori durante l’organizzazione di eventi e manifestazioni a carattere temporaneo che prevedono la somministrazione di alimenti e bevande.

E’ possibile scaricare qui il Manuale di corretta prassi igienica per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande in occasione di feste e sagre predisposto dall’Unpli Nazionale.

In particolare, Ricordiamo alle Pro Loco che organizzano Eventi e Feste in cui è prevista la preparazione e somministrazione di alimenti che è necessario avvisare riguardo gli allergeni eventualmente presenti le persone che vi partecipano.

Scarica qui l’estratto del manuale con le informazioni generali

Scarica qui il modello utilizzabile negli eventi (cancellare gli allergeni non presenti)

E’ possibile scaricare qui un “Piccolo manuale pratico – vademecum” riguardante la gestione della sicurezza per la realizzazione di manifestazioni temporanee  e un piano tipo di gestione delle emergenze e la relativa check-list di controllo.

PIANI TIPO DI EMERGENZA

Sono scaricabili di seguito due piani di emergenza tipo che possono utilizzare le associazioni, uno inerente i piccoli concerti in piazza (scarica versione pdfscarica versione word) ed uno per piccole sagre nelle quali viene utilizzato un tendone ed una cucina a gas (scarica versione pdfscarica versione word).

Tali documenti sono comunque da adattare ad ogni singola manifestazione, ma possono servire da traccia.

A cura del nostro consulente sulla sicurezza, ing. Mauro Canal

PRO LOCO E MINORI

Molte Pro Loco nell’organizzazione delle manifestazioni si avvalgono della collaborazione di minori, che svolgono attività di volontariato come servire ai tavoli, occuparsi della pulizia durante le sagre,… È bene però tener conto di alcuni aspetti, soprattutto sotto il profilo civilistico e assicurativo.

Scarica qui un approfondimento sul tema

E PER QUANTO RIGUARDA GLI ALCOLICI…

Scarica le disposizioni sulla vendita degli alcolici
Limitazioni alcolici

Tabelle da esporre:
Tabella1
Tabella2

Unpli Veneto e Società Servizi Energia S.r.l. hanno stipulato una convenzione per la fornitura sul libero mercato di energia elettrica e gas metano. L’obiettivo è garantire una gestione il più possibile agile e snella delle pratiche a condizioni e tariffe di fornitura competitive e senza nessun deposito cauzionale per le forniture straordinarie, un sevizio semplice ma efficace per l’erogazione di energia nelle manifestazioni temporanee organizzate dalle Pro Loco.
La somministrazione di energia elettrica contemplata nella convenzione sarà effettuata nei confronti dei siti di consumo delle Associazioni Pro Loco, Consorzi e Comitati Provinciali e Regionale ricadenti nel territorio del Veneto, mentre la fornitura di gas sarà disponibile nei Comuni già attivati da Società Servizi Energia S.r.l.; per i Comuni non attivi, dovranno essere rispettati i tempi tecnici operativi stabiliti dal codice di rete. La presente convenzione è estesa a tutte le utenze di energia elettrica e gas naturale dei soci delle Pro Loco Venete che ne faranno richiesta.

Alla richiesta di fornitura si dovrà allegare copia tessera Unpli Pro loco o tessera Unpli del socio Pro Loco.
– Non sarà richiesto il versamento di deposito cauzionale.
– Un indirizzo e-mail dedicato per le richieste: lucegasproloco@ssenergia.com
– Costo del gas concorrenziale, fatturazione consumi mensile o bimestrale su consumi reali.
– Un servizio commerciale di qualità, certificato ISO 9001, per essere vicino alle esigenze delle Pro Loco e dei soci, per un rapporto diretto e immediato con il fornitore.
– Possibilità di appuntamenti personalizzati per valutare le migliori soluzioni di fornitura, o aspetti tecnici e normativi.

Società Servizi Energia S.r.l. è disponibile ad inviare i propri tecnici commerciali (previo calendarizzazione degli appuntamenti con la segreteria di Unpli Veneto), presso le Assemblee di Consorzi, i Comitati Provinciali o le singole Pro Loco per presentare nel dettaglio gli aspetti tecnici e operativi della convenzione.

Il numero attivato dalla Società per informazioni e richieste è il seguente: 0444.601360 oppure tramite e-mail lucegasproloco@ssenergia.com

E’ possibile scaricare qui:

IL VOLANTINO PROMOZIONALE

E di seguito:.

0. INDICE ALLEGATI CONVENZIONE UNPLI VENETO

1. ALLEGATO 1. elenco documentazione richiesta per somministrazione
2. ALLEGATO 2. listino prestazioni tecniche
3. ALLEGATO 3.richiesta nuova attivazione
4. ALLEGATO 4. informativa forniture temporanee
5. ALLEGATO 5 offerta DOMESTICO UNPLI VENETO GAS rev. 0 del 102023
6. ALLEGATO 6 offerta UNPLI VENETO E.E.
7. ALLEGATO 7. offerta UNPLI VENETO ALTRI USI GAS rev. 0 del 102023
8. ALLEGATO 8 offerta UNPLI VENETO ALTRI USI E.E. rev. 0 del 102023
9. ALLEGATO 9. LINEE GUIDA PER MODULISTICA CONTRATTUALE

È attività diffusa fra le Associazioni Pro Loco l’organizzazione di gite, soggiorni turistici, scambi o gemellaggi con altre Pro Loco. Nell’organizzazione è bene però tener conto di alcune importanti normative che regolano l’argomento, sia sotto il profilo fiscale che sotto il profilo civilistico.

Scarica qui l’approfondimento sul tema

Per informazioni riguardanti l’organizzazione di lotterie e tombole si rimanda al seguente link del sito Nazionale UNPLI:

https://www.unpli.info/vademecum-e-guide/ – sezione “come organizzare una lotteria”

 

ALCUNE PRECISAZIONI:

Come confermato anche da ADM – Ufficio dei Monopoli per il Veneto ad agosto 2021, si conferma la possibilità di prevedere premi in denaro nell’organizzazione di tombole da parte delle Pro Loco.

Nello specifico “In relazione al DPR 430/2001, dalla lettura dell’art. 13… appare evidente che l’esclusione del denaro, tra i premi assegnabili nelle manifestazioni di sorte locale, concerne le lotterie e le pesche di beneficienza, definite alle lettere a) e c) del citato comma 2 e non anche le tombole, definite alla lettera b) del medesimo comma”.

In questi anni l’Unpli e le Pro Loco hanno imparato a mettere in rete le buone pratiche e a far crescere i progetti migliori nell’organizzazione di eventi come le sagre di paese, consapevoli della possibilità di coinvolgere migliaia di persone indirizzandole verso buone pratiche civiche. Certi di questa nostra responsabilità sociale, e grazie alla nostra organizzazione capillare, siamo convinti di poter incidere nella sensibilizzazione verso comportamenti più compatibili con l’ambiente. E’ da questa consapevolezza che è nato il progetto “Feste Sostenibili”.

 

L’esigenza di realizzare Feste Sostenibili nasce dalla constatazione pratica che non è più accettabile trovarsi a gestire quintali di materiali, plastica in particolare, da portare in discarica alla fine di ogni Festa. Se è vero che promuoviamo il nostro territorio dobbiamo anzitutto imparare a rispettarlo.

 

Abbiamo quindi pensato ad un manuale di buone pratiche, proponendo l’introduzione di tre soluzioni (stoviglie lavabili, stoviglie compostabili oppure riciclabili). Siamo certi che presto saranno davvero tanti gli attestati di Festa Sostenibile che troveremo nelle nostre Feste.

Scarica il Manuale di Buone Pratiche

Per supportare le iniziative delle Pro Loco, segnaliamo di seguito le possibilità per la richiesta di contributi regionali, quali opportunità di sostegno per gli eventi organizzati.

 

Domande di contributo regionale per l’organizzazione di manifestazioni e iniziative di interesse regionale – L.R. 8 settembre 1978, n. 49.

Rientrano nelle tipologie della presente legge convegni, seminari, mostre, manifestazioni, celebrazioni, festival e ogni altro evento di rilevanza regionale che offra un contributo alla crescita culturale e sociale e alla società veneta nelle materie di competenza regionale. Le iniziative devono essere realizzate nel corso dell’esercizio di riferimento del contributo. Sono tenute in particolare considerazione iniziative nei settori della cultura e finalizzate alla valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio, alla promozione delle risorse e tradizioni culturali, economiche e tecnico-scientifiche del Veneto.

La legge 49 è sempre aperta, ha 2 scadenze per l’invio che vengono determinate nei primi mesi dell’anno. Di solito il mese di maggio e di agosto.

Clicca qui per informazioni sul contributo regionale L.R. 8 settembre 1978, n.49

 

Domande di contributo per la realizzazione di manifestazioni turistiche, culturali, enogastronomiche e sportive di interesse locale che si realizzeranno in attuazione del Piano Turistico Annuale 2020. DGR n. 629 del 19/05/2020. Legge regionale 14 giugno 2013, n. 11.

Nuova modulistica pubblicata il 31 luglio 2021 sul sito della Regione del Veneto.
Le iniziative oggetto del contributo sono eventi e manifestazioni a carattere locale purché strettamente connesse ad attività azioni aventi carattere turistico e in grado quindi di promuovere sotto tale profilo un determinato ambito territoriale della Regione del Veneto.
Sono ammissibili a contributo soltanto le seguenti tipologie di spese:
a) Spese per attività di informazione, comunicazione e promozione dell’iniziativa;
b) Spese di organizzazione dell’iniziativa;
c) Spese per la realizzazione di iniziative a carattere editoriale a supporto della promozione del territorio;
d) Spese per l’organizzazione di degustazioni di prodotti tipici (fino a un massimo del 15% della spesa ammissibile).

La domanda va inviata almeno 30 giorni prima della manifestazione e comunque entro il 31 ottobre.

Clicca qui per informazioni sul contributo regionale L.R. 14 giugno 2013, n. 11

 

Iniziative di promozione e valorizzazione dell’identità veneta – L.R. 3/2003, art. 22.

Promuovere e favorire iniziative di ricerca, di divulgazione e di valorizzazione del patrimonio culturale e linguistico su cui trova fondamento l’identità veneta.
I progetti proposti dovranno riferirsi a:
a) congressi, seminari, manifestazioni, siti informatici, documentari, mostre, festival, celebrazioni, ricerche e studi finalizzati a far conoscere e valorizzare la cultura locale nel rapporto con la storia e la tradizione che fondano l’identità veneta;
b) trascrizione e diffusione in fascicoli e CD di partiture musicali di autori veneti per promuovere l’esecuzione da parte di cori, orchestre e bande nel territorio regionale;
c) realizzazione e stampa di copioni teatrali di autori veneti per promuovere studi e allestimenti nel territorio regionale da parte di gruppi teatrali professionali ed amatoriali;
d) altre iniziative che contribuiscano alla divulgazione ed alla conoscenza dell’identità e della storia veneta, inclusi progetti di valorizzazione delle tradizioni popolari e religiose diffuse su tutto il territorio regionale.

La domanda va inviata almeno 60 giorni prima dell’iniziativa.

Clicca qui per informazioni sul contributo regionale L.R. 3/2003, art. 22

 

Ricordiamo che l’Ufficio Progettazione del Comitato Regionale è a vostra disposizione per fornire assistenza e consulenza, scrivendo direttamente a erika@unpliveneto.it o nicola@unpliveneto.it, telefonando allo 0438 893385 o al 334 2936833.