2×1000 PER LE ASSOCIAZIONI CULTURALI – PRO LOCO

2×1000 PER LE ASSOCIAZIONI CULTURALI – PRO LOCO

Segnaliamo che sul sito del Mibact sono pubblicate le istruzioni per l’accesso al 2×1000 per le attività culturali, prevista dall’ultima Legge di stabilità.

Pro Loco, Consorzi e Comitati interessati e rientranti nei requisiti di ammissibilità possono iscriversi entro l’11 aprile tramite la compilazione e invio dell’istanza sul portale dei procedimenti del Ministero Beni Culturali. La Segreteria Regioanle è a disposizione per ulteriori informazioni sulla procedura.

2X1000 alle associazioni culturali

Due X Mille alle associazioni culturali – 2016
Domanda di iscrizione nell’elenco dei soggetti aventi diritto alla corresponsione delle somme di cui all’art. 1, comma 985, della legge n. 208 del 2015

L’istanza
Deve essere presentata in forma telematica tramite il Portale dei Procedimenti
clicca qui per accedere!

Registrazione
dalle ore 18:00 del 23 marzo 2016 fino alle ore 14:00 del 11 aprile 2016 il legale rappresentante dell’associazione può registrarsi sul Portale dei Procedimenti
clicca qui per accedere!

Compilazione dell’istanza
dalle ore 18:00 del 23 marzo 2016 fino alle ore 14:00 del 11 aprile 2016

Invio dell’istanza
dalle ore 18:00 del 23 marzo 2016 fino alle ore 14:00 del 11 aprile 2016

Informazioni
per informazioni fare riferimento al tutorial disponibile sul sito istituzionale beniculturali.
per quesiti tecnico/informatici scrivere a procedimenti@beniculturali.it

ESTRATTO DALLLA GUIDA

Chi può fare la domanda
Esclusivamente i legali rappresentanti delle associazioni di cui al libro I del codice civile

Requisiti di ammissibilità per l’associazione
Le associazioni, di cui al libro I del codice civile, possono chiedere l’iscrizione nell’elenco dei soggetti aventi diritto alla corresponsione delle somme di cui all’art. 1, comma 985, della legge n. 208 del 2015, soltanto se:

  • secondo il proprio atto costitutivo e/o statuto, hanno la finalità di svolgere e/o promuovere attività culturali;
  • risultino esistenti da almeno 5 anni al momento della presentazione della domanda.

Elenco ammessi al riparto del 2 per mille
Le associazioni ammesse saranno iscritte in un apposito elenco istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Riparto del 2 per mille
Ai soggetti aventi diritto, di cui all’art. 1, comma 985, della legge n. 208 del 2015, spettano le quote del 2 per mille a loro specificatamente destinate dai contribuenti e dai soggetti percettori di redditi non sottoposti all’obbligo di presentarne dichiarazione che hanno effettuato una valida scelta attraverso l’apposizione della firma e l’indicazione del codice fiscale del beneficiario.

La domanda di partecipazione
Deve essere presentata dal legale rappresentante dell’associazione richiedente, in forma telematica tramite il Portale Procedimenti:
https://procedimenti. beniculturali. gov. it/.
La domanda di partecipazione comprende i seguenti documenti che dovranno essere allegati separatamente nel Portale Procedimenti:
1) Documento di riconoscimento;
2) Codice fiscale o tessera sanitaria;
3) Atto costitutivo e/o statuto;
4) Descrizione sintetica descrittiva dell’attività di promozione di attività culturali svolta nell’ultimo quinquennio;
5) scaricare la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in formato pdf non modificabile, ottenuta in conseguenza della compilazione del modulo predisposto nella piattaforma informatica.
6) Infine allegare il documento scaricato in formato originale PDF.

Tempi e scadenze
Dalle ore 18:00 del 23 marzo 2016 il legale rappresentante dell’associazione può:

  • Registrarsi al Portale Procedimenti
  • Ricevere dal Portale Procedimenti il codice d’accesso
  • Entrare nel Portale Procedimenti per raggiungere il menù principale e attivare un’ istanza relativa al 2 per mille
  • Compilare l’istanza e allegare la documentazione richiesta,
  • Scaricare l’istanza dopo la sua completa compilazione
  • Caricare nel Portale dei Procedimenti l’istanza in formato originale PDF
  • Inviare l’istanza completata in tutte le sue parti entro e non oltre le ore 14:00 del 11 aprile 2016
  • Scarica la guida