RUNTS – INFORMAZIONI E MODALITA’ DI ISCRIZIONE

I vantaggi conseguenti all’iscrizione sono molti. Le Pro Loco potranno infatti godere di:
• Un regime forfettario, in presenza di proventi commerciali non superiori a 130.000,00 euro, con un coefficiente di redditività pari al 3%. Agevolazione che sostituirà quella prevista dalla Legge 398/1991 che, con l’entrata in vigore della riforma del Terzo Settore non potrà più essere applicata per le Pro Loco;
• L’esclusione dall’applicazione dell’I.V.A., in presenza di proventi commerciali non superiori a 130.000,00 euro;
• La probabilità che le Pubbliche Amministrazioni convoglieranno le proprie erogazioni liberali preferibilmente nei confronti delle Pro Loco iscritte nel RUNTS, in quanto garanti di una maggiore trasparenza informativa;
• La possibilità dell’acquisizione della Personalità Giuridica delle Pro Loco con una procedura semplificata;
• Le agevolazioni in materia di imposte indirette e tributi locali, quali l’imposta di successione, di registro e di bollo oltre all’I.M.U..

L’iscrizione al RUNTS nella sezione A.P.S. comporterà anche i seguenti nuovi adempimenti (che in parte vengono già applicati dalle Pro Loco):
• La redazione di un rendiconto per cassa (con entrate inferiori ai 220.000,00 euro) o del bilancio formato dallo stato patrimoniale, rendiconto gestionale e relazione di missione. Il rendiconto ed il bilancio dovranno essere depositati entro il 30 giugno di ogni anno presso il RUNTS;
• La tenuta dei seguenti libri sociali: associati, assemblee, del direttivo e dell’eventuale organo di controllo.

SCARICA QUI UN APPROFONDIMENTO SUL TEMA: VALUTAZIONE SULL’ISCRIZIONE APS – RUNTS

A seguito dei cambiamenti introdotti dalla riforma del terzo settore, la cui data di entrata in vigore è ancora incerta, l’UNPLI ha sempre consigliato l’iscrizione al Registro Nazionale di Promozione Sociale (APS Legge 383/00). Infatti le associazioni già APS al momento dell’entrata in vigore della riforma verranno automaticamente iscritte nella nuova sezione della Associazioni di Promozione Sociale del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.

AGGIORNAMENTO SETTEMBRE 2020:

In vista delle prossime novità nel Terzo Settore e dell’attivazione del RUNTS, si consiglia alle Pro Loco non ancora iscritte che volessero attivarsi con la modifica dello statuto per provvedere all’iscrizione, di rimanere in attesa ed attendere i prossimi sviluppi.

Saranno quindi inoltrate per la richiesta di iscrizione al Registro Nazionale APS 383 solo le Pro Loco che avessero già modificato lo statuto adeguandolo alla 383 in questo ultimo periodo.

Per informazioni: terzosettore@unpliveneto.it

Registro nazionale di promozione sociale:

Per richiedere la procedura e documentazione da presentare per la richiesta di iscrizione al Registro Nazionale scrivi a terzosettore@unpliveneto.it Ricordiamo che l’Iscrizione avviene tramite l’UNPLI, la documentazione deve quindi essere spedita in formato pdf al Comitato Regionale UNPLI via mail a terzosettore@unpliveneto.it, che provvederà ad inoltrarla all’ufficio competente.

Registro regionale di promozione sociale:

Obblighi da parte della Regione Veneto per le APS iscritte al Registro Regionale che ricevono contributi pubblici: la Giunta Regionale ha deliberato con DGR.223 del 28.02.2017 l’obbligo, per le Associazioni di Promozione Sociale iscritte nei Registri regionali, di pubblicare gli importi ricevuti dalla Pubblica Amministrazione, nel rispetto del generale obbligo di trasparenza per le strutture pubbliche della Regione esteso poi, con LR. 30/2016, anche alle Associazioni iscritte che operano o ricevono contributi dagli Enti pubblici.

Questo provvedimento è stato deliberato in considerazione del fatto che sono moltissime le associazioni che operano in convenzione o su contributo dell’ente pubblico e anche nell’ottica di garantire trasparenza e pubblicità.

A partire dall’anno 2017, dunque, è obbligatorio dare pubblicità dei finanziamenti pubblici ricevuti a titolo di contributo o finanziamento derivante da convenzione, attraverso la pubblicazione sul proprio sito o l’affissione in sede per le associazioni che non dispongono di un sito Internet, dello schema di rendiconto disposto dalla DGR, che trovate scaricabile qui.

Notizie correlate